FACCIAMO VALERE LA COSTITUZIONE

In questo periodo si parla tanto, anche strumentalmente talvolta, di violazione dei nostri diritti costituzionali.

Ciò, purtroppo, è vero, si tratta di un fatto sempre avvenuto ma, probabilmente, questo periodo di fermo obbligato ci ha indotto a riflettere più intensamente.

I nostri Diritti, sanciti nella Costituzione della Repubblica Italiana, sono un qualcosa di estremamente prezioso.

Possiamo dire che Essi, sulla pagine della Costituzione, sono stati incisi a sangue.

Col sangue di tutti coloro che si sono battuti e che hanno dato la vita affinché Essi venissero riconosciuti e trovassero accoglienza in un ordinamento, giusto, equo, democratico e pluralista.

L’invito, quindi, è quello di leggere, studiare, assorbire e capire la nostra Costituzione e di denunziare, conseguentemente, in ogni contesto ed in ogni situazione, quando i nostri Diritti vengono violati, così come denunziare ogni tradimento ed attentato che viene, con i più svariati e sottili strumenti, perpetrato a danno della nostra Carta fondamentale, giocando anche sulla nostra ignoranza.

Si tratta di un atto dovuto, nei nostri confronti, nei confronti dei nostri figli e nei confronti del nostro paese.

L’IPOCRISIA DELLE STATISTICHE

Le statistiche non mi sono mai piaciute molto, vista la loro freddezza ed asetticità, anche se è indubitabile la loro utilità, a patto però che si basino su dati corretti.

Correttezza che andrebbe sempre rispettata, soprattutto quando si vogliono rappresentare dati dolorosi, come quelli di questi giorni riguardanti i decessi, i ricoveri ed i nuovi contagi Covid 19.

E’ sotto gli occhi di tutti il fatto che i dati quotidianamente comunicati siano assolutamente non rappresentativi di una realtà ben più ampia.

Il dato sui nuovi contagi dipendono dai tamponi fatti, ad esempio, così come i ricoveri dipendono da quanta gente si decide di far accedere agli ospedali.

Ma a parte questo, quel che è più grave, è che chi doveva controllare e decidere a suo tempo non lo ha fatto. Prima o poi di questo se ne dovrà parlare, seriamente.

GLI EROI ED EROINE DI QUESTI GIORNI

Sono quelle persone che ogni giorno, con semplicità e spontaneo coraggio, si alzano e vanno incontro al loro dovere e destino con spirito di servizio, altruismo e volontariato. Sono persone semplici e normali, indossano mascherine e cercano di alleviare le sofferenze della gente, mettendo in gioco anche la propria vita, senza pensarci più di tanto. Queste persone agiscono con speranza per sé e per chi si affida alle loro cure ed assistenza. Queste persone non hanno tempo di far polemiche. Queste persone, eroi ed eroine di questi giorni, agiscono, punto e basta.

LE VERE GUIDE SPIRITUALI

Le vere guide spirituali di un popolo, se sono veramente tali, dovrebbero predicare amore o, quanto meno, spendere parole di pace. Vedi ad esempio Ghandi. Se invece predicano odio o aizzano la “loro” gente alla vendetta non possono definirsi, in alcun modo, guide spirituali ma, tutt’al più, potremmo definirle, nella migliore delle ipotesi, “semplici” capi politici.

L’ESSENZIALE E’ INVISIBILE AGLI OCCHI

Ogni fine anno viene pubblicata la legge di bilancio, una delle leggi più importanti, ma la meno analizzata, in realtà. E tutto ciò è ovvio, in quanto se i cittadini conoscessero nel dettaglio di come vengono spesi o non spesi il loro soldi, potrebbe essere un problema. Sì, certo, i convegni tributari di inizio anno sono centinaia, ma sono concentrati sullo spiegare ai commercialisti su dove mettere le crocette sulle nuove dichiarazioni dei redditi, o quali nuove scartoffie devono compilare. Tenendoli perfettamente nella piena ignoranza di ciò che dovrebbero sapere.